L’ascolto trasversale: come utilizzarlo con i figli

L’ascolto trasversale in famiglia

In ogni famiglia è molto importante la comunicazione, sia tra la coppia e soprattutto con i figli.
Comunicare con i figli è fondamentale per dare loro aiuto nei problemi di tutti i giorni , bisogna avere con loro un rapporto di fiducia e di dialogo, ma non è sempre facile soprattutto se si tratta di ragazzi che attraversano l’adolescenza.

Secondo alcuni studi infatti è molto importante l’ascolto laterale, ovvero parlare quando si fa qualcosa insieme, giocare, cucinare, fare una passeggiata ecc.

Il dialogo tra genitori e figli è fondamentale per prevenire o intervenire immediatamente su un problema. La mancanza di comunicazione in alcuni casi, può creare danni irreparabili all’interno di una famiglia. Secondo molti studiosi infatti il modo migliore per far sì che i figli si aprano con i genitori è mentre fanno altro e quindi non sono così concentrati sul discorso, quindi è bene svolgere quotidianamente un’attività con i propri figli, in modo da consolidare giorno dopo giorno il legame, la fiducia e la comunicazione.

Gli studiosi consigliano inoltre che una volta che il dialogo è instaurato, è meglio lasciare che siano i figli a dirigere la comunicazione in modo che al genitore non resti altro che ascoltare, il genitore può fare commenti, ma è importante che il figlio non si senta giudicato, con espressioni eclatanti o verbalizzazioni negative, bisogna sempre mantenere la calma e l’approvazione, soprattutto se sta esprimendo difficoltà o preoccupazioni. É bene non interrompere mai il flusso della comunicazione.

Rassicurare i propri figli è molto importante, se manifestano ansie o paure, il genitore può dare dei suggerimenti, ma è bene che sia il figlio a prendere le proprie decisione.
Il genitore vuole che il figlio si confidi e che quindi abbia fiducia, è necessario quindi non tradirla mai in modo che il figlio si senta libero di aprirsi la volta successiva.

Per gli adolescenti la privacy è molto importante e i genitori per mantenere una certa fiducia non la devono mai violare, occorre far sapere ai figli che li amate e che siete interessati a quello che fanno.
L’ascolto trasversale è percepito dai ragazzi come meno minaccioso, e quindi li incoraggia ad aprirsi e a fare sempre maggiori confidenze.
Questo tipo di colloquio è vantaggioso perchè fa sentire i ragazzi ascoltati e non è intrusivo.

Gli argomenti più duri da trattare tra genitore e figlio sono quelli inerenti al bullismo, il genitore deve reagire con calma e apprendere il problema completamente prima di dire la propria opinione in modo che il figlio si possa sentire amato e aiutato, anche perchè questa è una problematica molto delicata che i ragazzi non sono in grado di affrontare in autonomia, è quindi importante l’aiuto di un genitore.

Il genitore può e deve dare consigli basati sulla propria esperienza, ma in relazione all’ascolto questa deve essere una minima parte.
Molti studiosi consigliano l’ascolto laterale perchè produce veramente molti risultati con soli 10-15 minuti di ascolto tutti i giorni, basta far diventare questa procedura un’abitudine e il gioco è fatto!

Articoli recenti

» Comunicare usando il proprio cuore

» Come riconoscere una coppia sana

» L’ascolto trasversale in famiglia

» 3 ingredienti per aumentare l’autistoma personale

» Alimentazione e sport

» Combattere il sonno

» Le storie a distanza

» La timidezza

» Vivere meglio